Palace sweet Palace
2010
cookies, all the ingredients to make tea.
Installation view at The Rag Factory, Londra.
INTERIM SHOW, Middelsex University MA & Research, curated by Katharine Meynell.

Il lavoro è stato realizzato a Londra, ed è una riflessione su alcuni simboli e usanze inglesi. In particolar modo l’alto consumo di tè, vera e propria bevanda nazionale e l’istituzione monarchica Inglese.
Come riferisce il motto della monarchia parlamentare del Regno Unito: Il Sovrano britannico regna, ma non governa.
É curioso pensare che proprio verso la fine della guerra civile inglese durata dal 1642 al 1660 si faccia risalire la diffusione del tè in Inghilterra. Il tè fu conosciuto dai Portoghesi, che nel XVI esplorarono il Giappone, e da qui fu importato in Europa dalla Compagnia Olandese delle Indie Orientali. In Europa ebbe un immediato successo: divenne dapprima popolare in Francia ed In Olanda e poi attorno al 1660 si diffuse anche in Gran Bretagna, entrando nelle consolidate tradizioni Inglesi. Dopo la fine della guerra civile Inglese e la restaurazione della monarchia, l’Inghilterra non vedrà mai più sovrani assolutisti sul proprio trono. Quindi la diffusione del tè in Inghilterra coincide con un importantissimo momento storico.

Nello spazio della mostra era presente una scultura in scala 1:50 della facciata di Buckingham Palace, costruita con biscotti. Di lato alla costruzione sopra un tavolo, si trovavano tutti gli elementi necessari per preparare un tè.
Per l’intera durata della mostra i visitatori potevano prepararsi un tè e degustarlo con i biscotti della scultura.

 
 
http://gobbimarco.com/files/gimgs/th-27_2 copia.jpg
 
 
http://gobbimarco.com/files/gimgs/th-27_3 copia.jpg
 
 
http://gobbimarco.com/files/gimgs/th-27_4 copia.jpg